Navigation

Precipita un aereo vicino a Milano

Dopo lo schianto, il velivolo, alcune auto e la palazzina sono andati in fiamme. Keystone / Daniel Dal Zennaro

Un aereo privato è precipitato domenica pomeriggio sopra un edificio in via Marignano, a San Donato Milanese (Milano). Inizialmente i soccorritori avevano parlato di 6 persone a bordo, tutte decedute. Ma secondo un nuovo bilancio i morti sono 8, compreso il pilota. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2021 - 16:57
tvsvizzera.it/fra

L'aereo, un Pilatus PC-12, è decollato poco dopo le 13.00 dall'aeroporto di Linate con destinazione Olbia, ma è precipitato pochi minuti dopo il decollo. Secondo alcuni testimoni, aveva il motore in fiamme e sarebbe caduto in picchiata, senza ulteriori manovre.

Dopo lo schianto, il velivolo, alcune auto e la palazzina sono andati in fiamme. L'edificio era vuoto e in ristrutturazione. Gli abitanti della zona hanno sentito un sibilo fortissimo e poi un'esplosione, causata dall'impatto. Le fiamme hanno avvolto subito la palazzina di due piani, a pochi passi dalla sede dell'ENI di San Donato e dal capolinea della metropolitana gialla di Milano.

"L'aereo aveva un motore in fiamme ed è venuto giù in picchiata, non si sono viste manovre, ma è proprio precipitato", hanno detto alcuni testimoni che hanno visto il Pilatus precipitare.

Il PC-12 è un aereo del costruttore svizzero Pilatus Aircraft. Si tratta di un monomotore che può ospitare fino a nove passeggeri.

Contenuto esterno

Ai comandi uno degli uomini più ricchi della Romania

Il proprietario e pilota dell'aereo schiantatosi poco dopo il decollo era Dan Petrescu. Il 68enne era uno dei principali investitori nel settore immobiliare rumeno. Tra le vittime, anche il figlio 30enne e la moglie 65enne. Con loro altre 5 persone ancora da identificare, compreso il bambino probabilmente di pochi anni.

Petrescu era proprietario di una grande quantità di edifici che ha ceduto negli anni a grandi catene commerciali, come gli ipermercati Metro e Real. Partner di Ion Tiriac, il suo patrimonio è stimato attorno ai 3 miliardi di euro, ciò che lo ha reso tra gli uomini più ricchi della Romania. Secondo quanto riferito dalla stampa rumena, Petrescu stava raggiungendo con la sua famiglia la Sardegna, dove possiede una villa e dove ad attenderlo c'era la madre di 98 anni. L'aereo era stato acquistato nel 2015 da Petrescu insieme a Vova Cohn, ex azionista della squadra di calcio della Dinamo Bucarest.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.