politica Crisi italiana, mandato esplorativo a Fico

Roberto Fico

Il presidente della Camera Roberto Fico riceve il mandato al Quirinale.

Keystone / Roberto Monaldo / Lapresse / Poo

Al termine del primo giro di consultazioni il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito venerdì il mandato esplorativo a Roberto Fico.

Il presidente della Camera è chiamato a verificare entro martedì la possibile conferma dell'attuale maggioranza a sostegno dell'esecutivo. Una decisione attesa dopo che l'ex premier Matteo Renzi aveva prefigurato questo passaggio, prima di un eventuale suo appoggio al Conte ter.

Dai colloqui avuti con le forze politiche, ha affermato il capo dello Stato, è "emersa la prospettiva di una maggioranza politica composta a partire dai gruppi che sostenevano il governo precedente".

Quindi per il momento ci si limita a ipotizzare una riedizione della coalizione giallo-rossa con M5S, Pd, Leu e Iv ma senza fare nomi. I renziani, che rientrerebbero in gioco dopo aver aperto la crisi due settimane fa - con l'uscita dal governo delle sue ministre Bonetti e Bellanova - hanno fatto sapere di non avere preclusioni su Giuseppe Conte ma al contempo non fanno mistero del fatto che preferirebbero un volto nuovo. In proposito però sia M5S, sia Pd hanno espresso la loro fiducia nel presidente dimissionario.

La seconda novità della giornata riguarda il movimento di Grillo, che per bocca del coordinatore Vito Crimi, ha tolto il veto sul ritorno di Matteo Renzi. Ma su questa presa di posizione il movimento rischia di spaccarsi, come già peraltro ventilato dalla corrente che fa capo ad Alessandro Di Battista.

I paletti sono molto stretti: l'operazione tentata da Giuseppe Conte di rendersi autonomo da Italia Viva, attraverso la costituzione di un nuovo gruppo al Senato, non ha avuto l'esito sperato.

La speranza per l'attuale maggioranza, che non vuole le elezioni anticipate, è di riannodare il discorso interrotto due settimane fa ma i rapporti all'interno della coalizione sono oggettivamente deteriorati e non vi sono reali garanzie, al momento, che si possa portare al termine la legislatura.

Sullo sfondo restano scenari di esecutivi più o meno istituzionali guidati da personalità come Mario Draghi o Carlo Cottarelli o di allargamenti al centro dell'attuale maggioranza, con partecipazione di pezzi di Forza Italia. Ma di questo se ne riparlerà dopo martedì.

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 29.1.2021)

Parole chiave