Navigation

In manette la banda del Parmigiano

Circa duemila le forme del pregiato formaggio sottratte da depositi e stabilimenti emiliani. Il video della polizia

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2015 - 15:25

È stata sgominata in Emilia una banda specializzata in furti di generi alimentari DOC. In particolare i malviventi, provenienti dal Foggiano, erano soliti prendere di mira il Parmigiano Reggiano, con quasi 2'000 forme sottratte da vari stabilimenti e depositi. Ma nel bottino messo a segno figurano anche 15'000 kg di crostacei e pesce surgelato, per un valore complessivo di 785'000 euro.

Gli autori dei furti sono stati individuati dalla Squadra mobile di Modena attraverso la ricostruzione dei movimenti dell'organizzazione che negli ultimi mesi aveva perlustrato i potenziali obiettivi dei loro colpi nel centro-nord dell'Italia.

Undici le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale di Modena a carico degli indagati sui quali pende l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato in concorso tra loro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.