Navigation

Due o tre settimane per riaprire la Statale 337

Domenica, la frana ha travolto l'auto di una coppia di ticinesi, causandone la morte. © KEYSTONE / SAMUEL GOLAY

Per ripristinare la strada statale 337 della Val Vigezzo, investita domenica da una frana, occorreranno almeno due o tre settimane. È quanto è emerso giovedì a Verbania da un incontro tra autorità e tecnici.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 aprile 2018 - 20:25
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (Quotidiano del 05.04.2018)

Il lavoro di rimozione dei sassi pericolanti durerà una settimana. Successivamente si passerà al ripristino vero e proprio, che può prendere fino a quindicina di giorni, meteo permettendo: il cattivo tempo dilaterebbe i tempi.

Al vertice di Verbania, convocato dal prefetto Iginio Olito, erano presenti l'Anas, i sindaci della zona, i rappresentanti della provincia Verbano-Cusio-Ossola e quelli della Regione Piemonte. Tutti si sono detti fiduciosi.

Contenuto esterno


Il sindaco di Re, Oreste Pastore, ne approfitta per sollecitare Roma sull'avvio dei lavori di messa in sicurezza della strada, per i quali sono previsti 70 milioni di euro.

Il prefetto, su questo aspetto, si è detto da oggi più ottimista, poiché nell'incontro si è parlato sì dell'emergenza ma più in generale della viabilità di tutta la zona e delle tre strade che la collegano alla Svizzera.

Contenuto esterno


Il giorno di Pasqua, lo scoscendimento sulla statale tra l'Ossola e il Canton Ticino aveva travolto l'auto di due svizzeri, causandone la morte. Per oltre due giorni è stata interrotta anche la linea ferroviaria della Vigezzina, che collega Locarno a Domodossola.

La 337, oltre che dai turisti, è percorsa ogni giorno da 1'500 lavoratori frontalieri, che dall'interruzione devono affrontare un percorso alternativo lungo la valle Cannobina sino al Lago maggiore e raggiungere il confine dalla statale 34.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.