Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Oro, 13 arresti per un traffico da 190 milioni di euro



L'oro sequestrato

L'oro sequestrato

(guardia di finanza)

Operazione della Guardia di finanza a cavallo del confine. Mandato di arresto per sospetti residenti in Svizzera e nord Italia.

Un'organizzazione di 13 persone ha gestito per anni un traffico d'oro volto al riciclaggio di circa 190 milioni di euro. Il metallo prezioso arrivava da tutta Italia (e in parte anche dall'estero e veniva depositato in Svizzera, da dove veniva anche prelevata parte dei capitali per acquistarlo.

Era stata predisposta un'articolata rete di raccolta di ingenti quantitativi di oro di illecita provenienza. I soldi per l'acquisto venivano in gran parte dall'evasione fiscale perpetrata da imprese italiane.

Utilizzando dei corrieri dotati di automezzi con doppifondi o di vestiti appositamente realizzati per nascondere l'oro, l'organizzazione esportava illegalmente il materiale che veniva poi fuso e immesso sul mercato svizzero. Per creare poi documentazione fittizia l'organizzazione utilizzava società spagnole, inglesi e degli Emirati Arabi.

Le accuse sono di ricettazione, riciclaggio, reimpiego di capitali e commercio abusivo di oro. Sono stati sequestrati 129 chili di oro in lingotti e 1.374 chili di argento in grani e barre, per un complessivo valore commerciale di 5 milioni e 675.000 euro, oltre a 9 autovetture e 160.000 euro in contanti.

L'inchiesta era partita nel 2013, quando su un'auto di una famiglia che entrava in Svizzera, erano stati scoperti 100 chili d'oro.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×