Navigation

Meno migranti in Ticino

Il peggioramento delle condizioni sul Mediterraneo si fanno sentire ai confini svizzeri keystone

Registrate a ottobre quasi 700 entrate illegali in meno di settembre; è l'effetto del peggioramento delle condizioni sul Mediterraneo

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2016 - 16:37

Prosegue il calo degli arrivi di migranti in Ticino, dopo i picchi raggiunti nel corso dell'estate: in ottobre, secondo i dati provvisori dell'Amministrazione federale delle dogane, sono stati registrati 3'235 ingressi, contro i 3'921 di settembre. In totale, nel mese che sta per chiudersi, 2'411 persone sono state respinte verso l'Italia. La nazione principale di provenienza si è confermata l'Eritrea, seguita dalla Guinea.

La diminuzione degli arrivi si conferma anche a livello nazionale, con i 4'208 ingressi registrati in ottobre, rispetto ai 4'613 del mese precedente.

L'effetto del peggioramento delle condizioni sul Mediterraneo, che rendono più difficile la traversata, si fa quindi sentire anche ai confini della Confederazione.

sf

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.