Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

La stalla si fa ristorante (da 300 coperti)

La Gioventù Rurale del Piano di Magadino ha reinterpretato il brunch del 1° agosto tra musica country e attività per i piccoli

Come trasformare una stalla in un ristorante self service per 300 persone. La Gioventù Rurale del Piano di Magadino ha reinterpretato il brunch del primo d'agosto tra musica country e tante attività per i più piccoli.

Lo organizzano ogni anno in una fattoria diversa del Piano di Magadino. Questa volta, approfittando dell'assenza delle mucche, che trascorrono l'estate al pascolo, la Gioventù Rurale ha scelto l'Azienda Reboldi di Sant'Antonino per il tradizionale brunch del primo d'agosto.

"Se si pensa che in questa stalla da novembre a maggio vivono, dormono e mangiano 70 mucche", dice il titolate Romano Reboldi, "si vede come hanno decorato bene e hanno messo molto bene l'azienda. È una bella immagine anche per me e per tutti".

Contento il proprietario, contenti anche i partecipanti, che si sono sistemati nella fattoria pulita e preparata a puntino dai volontari della Gioventù Rurale di Magadino. Un gruppo fondato nel 1968 che conta oggi un centinaio di soci attivi in diversi settori legati all'agricoltura.

"Quest'anno abbiamo cercato di organizzare veramente tanto per i bambini", spiega il presidente Samuele Jenny, "e di portare qui animali: grandi e piccoli. Così che i bambini che vengono dalla città e non sanno più da dove vengono i prodotti, possano vedere una mucca, una gallina...".

Il brunch resta però un appuntamento ambito soprattutto per la degustazione di prodotti nostrani. Dalle marmellate agli yogurt per i più mattinieri fino ai formaggini e ai salumi offerti a pranzo, i 300 ospiti dell'Azienda Reboldi hanno festeggiato oggi un ricco compleanno della Patria.

×