pandemia in svizzera Festa clandestina a San Gallo, scontri con la polizia

Danneggiamenti per le vie del centro a San Gallo

Vandalismi per le vie del centro a San Gallo

Polizia comunale di San Gallo

Disordini e scontri sono avvenuti venerdì sera in centro a San Gallo in seguito all'intervento delle forze dell'ordine nel corso di un party illegale.

All'origine dei tafferugli, che hanno provocato il ferimento lieve di un agente e il fermo di nove persone, c'è stato una festa a base di musica e alcol convocata attraverso le reti sociali sulla collina di Drei Weieren, cui ha preso parte un centinaio di giovani.

Dopo l'azione della polizia municipaleLink esterno, che ha disperso il raduno in applicazione delle disposizioni contro la pandemia, i partecipanti si sono riversati per le vie del centro.

In Roter Platz sono confluite oltre 250 persone e, in un clima di palpabile tensione, è iniziato il lancio di bottiglie e sassi contro gli agenti, che hanno risposto con spray irritanti e proiettili di gomma.

Nel corso della contesa sono state infrante vetrine di negozi e commessi altri atti vandalici. Su quest'episodio è stata aperta un'indagine per accertare eventuali responsabilità.

Secondo alcuni media raduni illegali si sarebbero svolti anche a Basilea e Sciaffusa, a testimonianza della crescente insofferenza tra la popolazione, soprattutto da parte dei più giovani, verso le restrizioni contro il Covid-19.

tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 27.3.2021)

Parole chiave