Navigation

Le proteste si fanno più intense in Svizzera

Il collettivo si è distanziato dalle violenze degli scorsi giorni. Keystone / Marcel Bieri

Sono diverse le proteste previste anche in questo fine settimana in diverse città svizzere, in particolare dopo la notizia dell'ulteriore estensione del certificato (anche a chi entra nel Paese). 

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 settembre 2021 - 13:12
tvsvizzera.it/MaMi

Il collettivo contrario al vaccino e al certificato Covid Freiheistrychler, che ha organizzato il raduno, si è intanto voluto distanziare dai manifestanti più violenti, responsabili di quello che le autorità locali hanno definito senza mezzi termini un attacco a Palazzo federale durante le proteste avvenute giovedì sera a Berna.

Il gruppo ha però annunciato nuove proteste, appellandosi anche al sostegno ricevuto dal consigliere federale Ueli Maurer, che - lo ricordiamo - lo scorso fine settimana, a un ritrovo dell'UDC, aveva indossato la maglietta proprio dei "Freiheitstrychler". Intanto, il ministro delle finanze ha preso posizione, spiegando che lo aveva fatto per soli 5 minuti e per puro caso, precisando inoltre di aver invitato i presenti a vaccinarsi.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.