La televisione svizzera per l’Italia

Settore bancario, regole da rivedere per la BNS

thomas jordan
Thomas Jordan è alla testa della BNS dal 2012. © Keystone / Anthony Anex

Il presidente della Banca nazionale svizzera (BNS) Thomas Jordan auspica un'analisi approfondita di quanto accaduto in seno a Credit Suisse e ritiene che la vicenda giustifichi "la necessità di rivedere la regolamentazione e la supervisione delle banche".

Il dissesto di Credit Suisse e la sua acquisizione da parte di UBS non devono portare a “conclusioni affrettate” sulla regolamentazione bancaria, ha affermato venerdì nel corso dell’assemblea generale della BNS Thomas Jordan.

Secondo il presidente dell’istituto centrale, un’analisi approfondita comunque si impone. “I recenti eventi giustificano la necessità di rivedere la regolamentazione e la supervisione delle banche”, ha dichiarato, sottolineando che il rafforzamento della vigilanza appare ovvio, dopo “le drammatiche giornate di metà marzo”.

+ tutte le notizie sulla vicenda Credit Suisse

L’inasprimento riguarderebbe soprattutto la costituzione di garanzie aggiuntive per evitare il ricorso al diritto di necessità, come avvenuto per il salvataggio del Credit Suisse. Per Jordan, la normativa dovrebbe obbligare le banche a detenere fondi propri sufficienti “che possono essere dati in pegno o trasferiti in qualsiasi momento e senza restrizioni”.

Il 19 marzo la BNS ha liberato a favore del CS un sostegno aggiuntivo di liquidità di 100 miliardi di franchi. Con questo prestito si è però giunti “al limite di quanto sia ammissibile”, sostiene Jordan. Questo prestito è accompagnato da un privilegio in caso di fallimento del Credit Suisse.

Il salvataggio della banca era comunque necessario e ha consentito di scongiurare il rischio di una “crisi finanziaria ed economica di livello mondiale”. “Secondo noi, non sarebbe stato responsabile arrivare a questo punto”, ha detto Jordan.

Quanto alla possibile distorsione della concorrenza legata all’emergere di un nuovo colosso bancario nato dall’assorbimento del CS da parte di UBS, Jordan afferma di voler lasciare che il mercato si regoli da solo. Il presidente della BNS ritiene che la nuova UBS svolgerà le sue attività in modo “responsabile”.


Attualità

Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori
binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR