Navigation

Giappone nella morsa della canicola

Continua l'ondata di caldo senza precedenti in Giappone, che ha portato le temperature a raggiungere i 41,1 gradi a Kumagaya, a nord di Tokyo: si tratta del livello più alto mai registrato dall'Agenzia meteorologica nazionale. Bilancio: 40 morti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2018 - 12:07
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Il record precedente risaliva al 12 agosto del 2013 nella città di Shimanto, nella prefettura di Kochi a sud ovest dell'arcipelago, con 41 gradi.

Intanto, a causa del caldo il bilancio dei morti è salito a 40, con migliaia di persone ricoverate negli ospedali del Paese, in gran parte anziani. Nella sola giornata di sabato 11 persone sono decedute per problemi legati alle temperature eccessive e la capitale ha dovuto impiegare un numero record di ambulanze, oltre 3.000, per gestire la situazione di criticità.

Secondo l'ultimo bollettino meteo un fronte di alta pressione manterrà le temperature sui livelli massimi almeno fino all'inizio di agosto. L'Agenzia ha diffuso un allerta meteo in 39 delle 47 prefetture dell'arcipelago.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.