Navigation

Quali strategie contro la canicola?

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2017 - 21:35
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 21.6.2017)

Negli ultimi giorni la temperatura ha superato i 30 gradi in molte località svizzere. Nel paese non esiste però una strategia nazionale. Ogni cantone ha la sua. E alcune sono più efficaci delle altre.

La canicola dell’estate del 2003 aveva causato quasi mille decessi in Svizzera. Per far fronte ad altre eventualità di questo tipo, la maggior parte dei cantoni aveva allestito dei “piani canicola”.

Le strategie adottate in Ticino e nella Svizzera francese si stanno rivelando più efficaci rispetto a quelle attuate nella Svizzera tedesca, rileva Martin Rössli, dell’Istituto tropicale e di sanità pubblica di Basilea.

Nei cantoni di Vaud e di Ginevra, ad esempio, degli assistenti – come i collaboratori della Protezione civile – contattano le persone anziane e si assicurano che bevano a sufficienza.

Per affrontare delle estati che diventeranno verosimilmente sempre più calde, occorre però intervenire su scala più ampia, in particolare con misure architettoniche e urbanistiche che permettano di ben ventilare le città e con la creazione di aree verdi che contrastino l’aumento delle temperature.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.