Post Brexit Gran Bretagna, addio ai privilegi europei

"Un terzo Stato, quale sarà la Gran Bretagna, non potrà avere gli stessi diritti di uno Stato europeo". Lo ha detto Angela Merkel al Bundestag, in vista del consiglio europeo sulla Brexit.


La cancelliera tedesca ha specificato di "dovere esprimere anche concetti che sembrano scontati". "Ho infatti la sensazione che qualcuno in Gran Bretagna si faccia delle illusioni, e deve essere detto chiaramente che questo è tempo sprecato", ha aggiunto.

"La Gran Bretagna dovrà chiarire come immagina il suo rapporto con l'Ue, e poi si potrà passare ai negoziati", ha detto la Merkel. La cancelliera ha sottolineato che "la sequenza dovrà essere questa". Fra le questioni da chiarire, ha precisato, "è inclusa quella finanziaria".

"L'Ue affronterà i negoziati sulla Brexit in modo leale e costruttivo, e si aspetta che Londra faccia lo stesso", ha continuato la cancelliera. 

Inoltre la cancelliera ha espresso preoccupazione per il destino di 100 mila tedeschi che vedono incerto il loro futuro in Gran Bretagna, "serve chiarezza" per queste persone, ha spiegato, promettendo di fare ogni sforzo "affinché le conseguenze sulla vita quotidiana dei tedeschi in Gran Bretagna siano minime".

Parole chiave