Navigation

Parigi commemora i suoi 130 morti del 2015

Contenuto esterno

A sei anni dall'orrore la commemorazione per gli attentati terroristici del 13 novembre, nei quali persero la vita 130 persone, arriva mentre si sta svolgendo il processo e le testimonianze dei sopravvissuti stanno commuovendo la Francia e il mondo. La pandemia inoltre aveva impedito alle vittime di radunarsi nel 2020, con una cerimonia ridotta al minimo a causa delle misure anti Covid.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2021 - 14:32

"Il processo ci ha avvicinati tutti e c'è un forte desiderio di incontrarci nello spirito del ricordo", ha detto Arthur Dénouveaux, presidente dell'associazione delle vittime Life for Paris. "La commemorazione di quest'anno - ha aggiunto - cristallizzerà un rafforzamento dei legami tra le vittime".

Accompagnato dalla sindaca di Parigi Anne Hidalgo, il premier Jean Castex si recherà al Bataclan, davanti allo Stade de France e sulle terrazze dei caffè di Parigi, dove il commando dell'Isis uccise 130 persone e ne ferì più di 350 sparando senza sosta tra i tavolini dei caffè, durante un concerto e fuori dallo stadio. 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.