Navigation

La grandine flagella il sud delle Alpi

Contenuto esterno

Il sud delle Alpi è stato flagellato dal maltempo nelle ultime ore: forti piogge e grandinate hanno colpito Ticino e Mesolcina, arrivando anche fino a Milano. La popolazione, benché informata per tempo dell’evoluzione meteorologica, è stata sorpresa dalla violenza dei temporali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2021 - 20:45
tvsvizzera.it/mrj

Diverse strade sono state allagate e l’abbondante acqua caduta in pochi minuti le ha rese impraticabili: chiusa anche l’autostrada A2 in Leventina a causa di uno smottamento. Una chiusura che ha creato da subito forti disagi al traffico, visto che anche la strada principale parallela all’A2 è stata impraticabile a causa dell’allagamento di un sottopassaggio. La valle è così rimasta tagliata in due per diverse ore prima che la situazione ricominciasse a normalizzarsi nel tardo pomeriggio.

Contenuto esterno

A farne le spese è stata anche l’agricoltura: in pochi minuti sono stati distrutti mesi di lavoro. Un danno ancora più grave visto che le verdure in questo periodo sono ancora abbastanza tenere e fragili. Se lo stesso fenomeno meteorologico fosse avvenuto in agosto (ovvero quando è normale che avvenga), i danni sarebbero stati meno gravi, poiché le piante sono allora più robuste, spiega un addetto ai lavori.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.