Navigation

Ecco chi sono gli svizzeri più ricchi del mondo

Se gli svizzeri che figurano nella top 500 di Bloomberg sono otto e gli italiani sette, ci sono ben nove americani tra i primi dieci. © Keystone / Gaetan Bally

L’agenzia Bloomberg ha pubblicato in questi giorni i 500 nomi che hanno la fortuna di figurare nel Bloomberg Billionaires IndexLink esterno, la lista che raggruppa le persone più abbienti del pianeta e dove figurano anche otto cittadini svizzeri o residenti nel nostro Paese e sette italiani (classificati, peraltro, in posizioni piuttosto alte).

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2021 - 17:19

Di questi 500 paperoni, il più ricco del mondo, il patron di Amazon Jeff Bezos, vanta un patrimonio che l’agenzia stima attorno ai 190 miliardi di dollari; mentre “il più povero”, il cofondatore della coreana Smilegate e produttore dei giochi CrossFire, Kwon Hyuk-Bin, possiede una ricchezza pari a 5,76 miliardi di dollari.

I primi posti ai colossi americani e a un francese

Jeff Bezos, che con i vari lockdown diffusi in tutto il mondo a partire dal 2020 ha visto il commercio elettronico di Amazon crescere ancora di più, ha consolidato il suo primo posto al mondo. Il secondo imprenditore più ricco del pianeta è il francese proprietario del gruppo del lusso LVMH Bernard Arnault. Dopo di lui arriva il trio a stelle e strisce capitanato da Elon Musk che, nonostante abbia scalzato Bill Gates e Mark Zuckerberg – rispettivamente terzo e quarto – con un’impennata vissuta alla fine del 2020, negli ultimi mesi è “scivolato” a causa del calo delle quotazioni di Tesla.

Cinque su otto fanno parte di due famiglie

La Confederazione, come anticipato all’inizio, vanta otto nomi tra i 500 miliardari più abbienti. Di questi, alcuni fanno parte di due note e storiche famiglie di imprenditori, altri si sono invece trasferiti in Svizzera negli anni per motivi spesso legati proprio agli affari. Ecco di chi si tratta.

  • Il più ricco dei miliardari rossocrociati, unico tra i primi 100, è il ginevrino di origini italiane Ernesto Bertarelli, che si autodefinisce un “imprenditore svizzero attivo nel campo degli affari, della finanza, dello sport e della filantropia”. La fortuna di Bertarelli, ex amministratore delegato di Serono e fondatore del team velico Alinghi, è stata valutata da Bloomberg in circa 20,4 miliardi di dollari (18,4 miliardi di franchi). L'italo-svizzero si piazza quindi al 92esimo posto.
Ernesto Bertarelli
  • Dietro Bertarelli c'è Gianluigi Aponte, secondo tra i paperoni della Svizzera. Anche lui nato in Italia, il patron della società Mediterranean Shipping Company (MSC), la cui sede è a Ginevra, ha un patrimonio di 10 miliardi di dollari e si trova al 243esimo posto della classifica Bloomberg.
  • Piazzandosi 280esimo, Hansjörg Wyss supera di poco la metà della classifica. Ingegnere, imprenditore e filantropo, l'85enne bernese ha ricoperto a lungo il ruolo di CEO nell’impresa biomedica Synthes. Wyss ha inoltre creato l’omonima fondazione che mira a preservare gli ambienti naturali in territori come gli Stati Uniti occidentali, l’Africa, il Sud America e il Sud Australia e nel 2009 ha contribuito all’istituzione del Wyss Institute for Biologically Inspired Engineering all’Università di Harvard. Il suo patrimonio secondo Bloomberg è di 9,29 miliardi di dollari.
  • Al quarto e al quinto posto tra i miliardari confederati, si trovano le sorelle Magdalena Martullo Blocher e Rahel Blocher, figlie del politico democentrista Christoph. Rispettivamente al 334esimo e al 342esimo posto della graduatoria internazionale, Magdalena e Rahel hanno seguito le orme del padre nel ramo imprenditoriale nel gruppo che produce e commercializza prodotti chimici Ems, gestito dalla famiglia Blocher da decenni. Magdalena, sposata Martullo, lo ha fatto anche in politica, diventando vice-presidente del partito di destra Unione democratica di centro (UDC). Il suo patrimonio si attesta a 8,15 miliardi di dollari. Rahel, che contrariamente alla sorella non è non è attivamente coinvolta in Ems dirige invece la compagnia Robinvest, anch’essa fondata dal padre, e vanta averi per 7,87 miliardi.
    Magdalena Martullo Blocher
  • Sesto, settima e ottava ci sono invece i fratelli Hoffmann che chiudono così la classifica svizzera all'interno dell'indice stilato da Bloomberg. André Hoffmann (430esimo), Vera Michalski-Hoffmann (453esima) e Maja Hoffmann (454esima) sono i pronipoti di Fritz Hoffmann-La Roche che ha fondato l'omonima compagnia farmaceutica nel 1896 e possiedono una ricchezza pari a 6,5 miliardi di dollari per il primogenito Hoffmann e 6,18 per ciascuna delle sorelle.

In Svizzera viene però redatta dalla rivista economica Bilanz anche un'altra "lista dei ricchi" del Paese che, invece dei singoli, considera anche le cerchie imprenditoriali legate da parentela. Nell'edizione 2020 Bilanz ha messo in cima all'elenco la famiglia del fondatore dell'Ikea ​​Ingvar Kamprad (morto nel 2018), con un patrimonio di 55,5 miliardi di franchi. Dopo i Kamprad segue la famiglia Hoffmann, che controlla Roche (complessivamente oltre 29 miliardi di franchi). Gérard Wertheimer, principale azionista di Chanel (25,5 miliardi di franchi) figura terzo, mentre la famiglia Safra, attiva nei campi immobiliare e finanziario (con 21,5 miliardi) si piazza appena prima delle sorelle Blocher (quinte con 15,5 miliardi di franchi).

Ferrero e Del Vecchio tra i primi cento

Tra i 500 nomi stilati da Bloomberg, oltre agli otto svizzeri - un paio dei quali chiaramente legati a doppio filo allo Stivale -, spuntano inoltre anche altri sette italiani, due dei quali addirittura tra i primi 100.

  • L’amministratore delegato dell’omonima industria dolciaria Giovanni Ferrero può contare su una ricchezza pari a 35,4 miliardi di dollari e si piazza al 36esimo posto al mondo.
  • Al secondo posto tra gli italiani e al 61esimo mondiale si trova invece Leonardo Del Vecchio che, grazie alla più grande holding produttrice e venditrice di occhiali e lenti al mondo, gestisce circa 27 miliardi di dollari.
  • L'italo-argentino Paolo Rocca, CEO di Tenaris e Techint, possiede un patrimonio pari a 12,7 miliardi e si posiziona al 167esimo posto dell'indice Bloomberg.
  • Con 9,82 miliardi, quarto tra gli italiani e 247esimo in totale, è il turno dello stilista Giorgio Armani.
Silvio Berlusconi
  • Dopo l'imprenditore della moda piacentino arriva uno degli italiani più noti: l'ex premier Silvio Berlusconi è infatti 286esimo con un valore di 8,97 miliardi di dollari.
  • Il mondo della moda italiana è inoltre rappresentato nell'index anche da un altro volto, stavolta femminile, quello di Miuccia Prada che, con 5,94 miliardi occupa la 479esima posizione in classifica.
  • A chiudere la classifica del Belpaese (al 482esimo posto per Bloomberg) c'è infine Patrizio Bertelli, marito di Miuccia Prada e amministratore delegato dell'omonimo gruppo, con un patrimonio stimato a 5,92 miliardi di dollari.
Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.