Navigation

La settimana in Svizzera

Keystone


Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2018 - 17:00
tvsvizzera/spal con RSI

Un turista svizzero ucciso da presunti terroristi in Tagikistan, il maltempo, che ha momentaneamente posto fine al caldo torrido nei cantoni orientali e la festa nazionale del 1° agosto sono stati i fatti che hanno caratterizzato la cronaca elvetica di questa settimana.

Annalisa Berzigotti è un medico, esperta di epatologia, ricercatrice e professoressa. Lavora all'ospedale univeristario di Berna ed è un punto di riferimento per le sue colleghe. Per questo è stata la prima ha ricevere il premio Stern-Gattiker voluto dasll'accademia svizzera delle scienze mediche per promuovere proprio la presenza delle donne nella medicina accademica.

Il maltempo ha caratterizzato la sera della festa nazionale svizzera, soprattutto a nord delle Alpi, dove si sono registrati disagi in particolare nei cantoni orientali. Non si lamentano feriti, ma diverse strade sono state chiuse e i pompieri sono dovuti intervenire a più riprese.

I fuochi d'artificio per la festa nazionale del 1° agosto sono una tradizione radicata. Ma recentemente sono aumentate le critiche contro il rumore degli spettacoli pirotecnici. A Bienne si è quindi cercato di combinare le esigenze contrapposte, riducendo i decibel ma non a scapito dello spettacolo.

La Svizzera svolge un ruolo chiave nella ristrutturazione della vetusta caserma della Guardia Svizzera PontificiaLink esternoLink esterno (GSP), operazione che potrebbe durare sino al 2024. Il progetto si presenta però assai dispendioso: occorre infatti raccogliere 50 milioni di franchi per radere al suolo e ricostruire degli edifici vetusti, risalenti al XIX e XX secolo. 

In Tagikistan, nella provincia di Danghara, un cittadino svizzero è stato ucciso, e una donna sempre svizzera è rimasta ferita in un presunto attacco terroristico. Facevano parte di una comitiva di ciclisti in vacanza.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.