Navigation

Arabia Saudita, riformare l'educazione contro il radicalismo

Tra le riforme avviate dal principe ereditario Mohammed Bin Salam vi è anche quella del sistema educativo, ad esempio rivedendo o sostituendo certi testi scolastici.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 aprile 2018 - 21:12
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 16.4.2018)
Contenuto esterno


"Vogliamo tornare quello che eravamo, un regno con un islam moderato aperto a tutte le credenze. Vogliamo condurre un'esistenza normale e vivere in pace con il resto del mondo, contribuendo nello stesso tempo al suo progresso": rivolgendosi a un gruppo di investitori internazionali nell'ottobre 2017, Mohammed Bin Salam non aveva nascosto la sua volontà di rinverdire l'immagine dell'Arabia Saudita, associata a un islam rigorista, terreno fertile per la radicalizzazione.

Una svolta che passa anche attraverso l'educazione. Nel regno dei Saud, le autorità stanno ad esempio rivedendo o sostituendo dei testi scolastici che contengono passaggi considerati troppo retrogradi o pericolosi.

Oltre ai libri, la riforma concerne anche i programmi scolastici, la formazione per gli insegnanti e la sostituzione di una parte del personale.

Il clero, che gestisce l'educazione, e più in generale i conservatori non vedono però di buon occhio la riforma, hanno potuto constatare i giornalisti della Radiotelevisione svizzera recatisi alla Fiera del libro di Riad. Da un lato negano che vi siano dei libri di testo che invitano all'estremismo. Dall'altro ritengono che la riforma – o meglio le riforme, poiché quella dell'educazione è una tra le tante portate avanti da Mohammed Bin Salam – sia prima di tutto un tentativo per escludere i settori più conservatori dal potere.

Un'ipotesi che il viceministro dell'educazione Nayyaf Aljabri respinge: "Non c'è opposizione alla nostra riforma. La società conosce bene i rischi, non ha paura dei cambiamenti. In fondo negli anni scorsi ci sono stati attentati anche qui in Arabia Saudita. Gli stessi religiosi ci stanno aiutando".

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?