La televisione svizzera per l’Italia

Cala la tensione in Russia dopo l’insurrezione armata della brigata mercenaria Wagner

Dopo molte ore di tensione, nel Paese e nello scacchiere internazionale, il leader della brigata mercenaria Wagner ha annunciato sabato sera il ritiro delle truppe paramilitari che si stavano avvicinando a Mosca.

Secondo le informazioni raccolte dall’agenzia di stampa russa Tass, riprese dalla svizzera Keystone-ATS, il fondatore della brigata Evgeny Prigozhin avrebbe concluso un accordo con il presidente russo Vladimir Putin grazie alla mediazione del presidente bielorusso Alexander Lukashenko. 

In un messaggio diffuso tramite Telegram, Prigozhin avrebbe giustificato la decisione con la volontà di “evitare un bagno di sangue fra la cittadinanza russa”.

Le immagini e il riassunto degli eventi della giornata nel Telegiornale della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (RSI).

Contenuto esterno


In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR