Navigation

Campagna contro le cartoline sessiste

Le abbiamo viste un po' tutti. Quelle cartoline che per pubblicizzare una località utilizzano il corpo femminile. Ora l'associazione femminista francese "Femmes solidaires" ha lanciato una campagna contro queste cartoline in vendita un po' ovunque (non solo in Francia).

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2018 - 16:36
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Nel mirino dell'Associazione "Femmes solidairesLink esterno" sono finite le immagini a carattere sessista. Ovvero quelle cartoline dove sono fotografate giovani donne che mostrano il seno o il fondoschiena sul bordo di una piscina o accanto a elementi di richiamo turistico, come panorami o monumenti. 

"Quello che viene messo in evidenza - ricorda la portavoce dell'Associazione femminista - non è la bellezza dei luoghi". 


Ora le circa 10mila militanti, sparpagliate per tutta la Francia, sono invitate a segnalare i vari tipi di immagini che si trovano sulle bancarelle o nei chioschi.  "Ce ne hanno fatte pervenire un centinaio e ne pubblicheremo una ogni giorno sui social media" dichiara un portavoce. Lo scopo? "Mostrare l'ampiezza e la gravità del fenomeno".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.