Navigation

Campione, i debiti ammontano a 73 milioni di euro

Ammontano a oltre 73 milioni di euro i debiti del Casinò di Campione d'Italia nei confronti di 212 creditori accertati. I tre curatori fallimentari hanno cancellato 8 milioni e mezzo nella loro proposta di stato passivo consegnata venerdì al giudice del Tribunale di Como che ha fissato per il 28 gennaio l'udienza in cui dovrà esprimersi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2019 - 20:47
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Il testo presenta comunque altre sorprese: rischiano di non vedere un soldo il comune di Campione, la Banca popolare di Sondrio, le società di gioco online e tre alberghi. Non sono quindi da escludere ricorsi. Fra i creditori privilegiati risultano invece il fisco e l'ex direttore generale del casinò Carlo Pagan.

All'appello mancano inoltre i quasi 500 dipendenti della casa da gioco che potranno far parte dei creditori di 1° rango solo dopo l'udienza di fine gennaio.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.