Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Uno svizzero a Milano Un maître chocolatier da Re panettone

Di origine romagnola, Eliseo Tonti è arrivato in Svizzera all'età di 15 anni. Pasticciere di fama mondiale, si è illustrato soprattutto per l'estetica dei suoi dolci. Un'estetica che si può applicare anche ai tradizionali panettoni.

Decima edizione a Milano di “Re Panettone”, una due giorni dedicata al famoso dolce, il “Pan di Toni”, ovvero il panettone, simbolo delle feste natalizie. Più di 60 pasticcerie italiane e straniere hanno presentato a migliaia di curiosi e golosi le loro specialità, non soltanto panettoni classici, ma anche quelli più strani, originali, innovativi, creati con l'estro e la fantasia. 

Panettoni che, oltre alla glassa e alle mandorle, fra i canditi, vedevano spuntare tra gli ingredienti creme di ogni tipo, pistacchi, cioccolati vari, ma anche formaggi, pere, bergamotto e altro ancora. Molti anche gli esperti chiamati, in ogni edizione, a raccontare gli aneddoti e i segreti del buon panettone, della sua lievitazione e della sua cottura. Tra loro quest'anno anche un famoso “Maître Chocolatier” svizzero, Eliseo Tonti, personaggio illustre della pasticceria mondiale che ha dedicato al cioccolato gran parte della sua vita professionale. Patron di una pasticceria a Vevey nel Canton Vaud, Tonti da sempre è famoso come creatore di una nuova tecnica di decorazione, basata su linee stilizzate, forme semplificate e razionali. 

E a Milano è stato chiamato a “Re Panettone” proprio per mostrare come poter apprezzare i panettoni e decorarli “artisticamente” con il cioccolato. E noi lo abbiamo incontrato...

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box