Siria, intervista esclusiva a Bashar al-Assad


Nell'incontro, trasmesso integralmente dalla tv svizzero-tedesca, il leader siriano appare irremovibile: tutti i ribelli sono terroristi

Mentre ad Aleppo continua la tragedia per i civili, malgrado la fragile pausa negli attacchi aerei sulla città da parte dell'aviazione russa e di quella siriana, i colleghi della televisione svizzero-tedeschi SRF hanno potuto realizzare un'intervista esclusiva al presidente Bashar al-Assad.

In questo breve estratto dell'incontro -trasmesso integralmente e commentata mercoledì sera nella trasmissione "Rundschau"- emerge la posizione irremovibile del leader siriano, secondo cui tutti i ribelli sono e restano terroristi.

"La nostra missione, secondo la Costituzione e la legge, è proteggere la popolazione e sbarazzarci di quei terroisti ad Aleppo. È così che possiamo proteggere i civili. Come fate a proteggerli se sono sotto il controllo dei terroristi? Vengono uccisi da loro e sono completamente controllati da loro. È il nostro ruolo forse di stare in disparte e stare a guardare? È così che possiamo proteggere i siriani? Dobbiamo attaccare i terroristi. È evidente."

La pagina web di Rundschauexternal link

×