Onu, Guterres successore di Ban Ki-Moon

Ex premier portoghese ed ex Alto commissario per i rifugiati, è stato scelto dal Consiglio di sicurezza; pare mettere tutti d'accordo

Antonio Guterres sarà, con ogni probabilità, il prossimo segretario generale delle Nazioni Unite. L'ex premier portoghese, già Alto commissario per i rifugiati, è l'uomo scelto dal Consiglio di sicurezza al Palazzo di vetro.

La nomina dovrà ora essere formalizzata e poi sottoposta all'Assemblea Generale dell'Onu, ma l'approvazione pare scontata: Guterres sembra essere l'uomo che mette tutti d'accordo.

Eppure, la sua nomina un po' stupisce. Si era detto a più riprese e da più parti che questa volta, dopo otto uomini, il ruolo di segretario generale delle Nazioni Unite sarebbe toccato a una donna, possibilmente dell'Est europa. Nel rispetto del principio di rotazione.

67 anni, socialista, cattolico, ex primo ministro portoghese e per dieci anni Alto commissario delle nazioni unite per i rifugiati. È quest'ultimo ruolo che, in questo momento storico, ha giocato decisamente a suo favore. Guterres piace infatti a tutti quei paesi che sono approdo finale dei flussi migratori ma anche a quelli che sono terre di partenza.

Un politico di lungo corso e di esperienza internazionale. Una sicurezza, per così dire. Una figura affidabile che non riserverà sorprese e che -devono aver pensato i 15 del Consiglio di sicurezza- è quello che ci vuole in questo periodo di forti tensioni internazionali. Soprattutto tra Russia e Stati Uniti.

Ban Ki-Moon lascerà la poltrona a fine anno. Sul suo tavolo restano parecchie questioni aperte e soprattutto spinose. Dal conflitto siriano, al cui soluzione appare introvabile, alla guerra al terrorismo. Dal futuro dei rifugiati fino ad arrivare alla lotta ai cambiamenti climatici.

×