Navigation

Winterthur, sfrattata la moschea sospetta

Citata più volte dai media come luogo di radicalizzazione -giovani fedeli si sarebbero uniti all'Is in Siria- dovrà chiudere per fine anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2016 - 14:49

La moschea An 'Nur di Winterthur deve chiudere entro la fine dell'anno. La società immobiliare proprietaria della struttura ha infatti deciso di non rinnovare il contratto di locazione. La notizia è stata anticipata dal Tages Anzeiger.

Secondo Atef Sahnoun, già presidente dell'associazione An'Nur, la decisione è una conseguenza delle notizie "sensazionalistiche" riportate dai media a proposito della moschea, più volte citata come luogo di radicalizzazione di giovani.

Alcuni di questi avrebbero anche raggiunto la Siria per militare nelle file dell'autoproclamato Stato Islamico.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?