Navigation

Trasporti transfrontalieri, la Regione Lombardia chiede risposte a Roma

Inoltrato il sollecito per una revisione del quadro normativo di riferimento

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2016 - 19:27

L'accordo per i trasporti pubblici tra Italia e Svizzera è da rivedere. La Regione Lombardia scrive a Roma affinché le linee di autobus possano estendere i rispettivi servizi al di qua e al di là del confine.

Una possibilità preziosa per i 62.000 frontalieri confrontati anche con la tassa di collegamento. Tassa che, forse, ha incoraggiato l'iniziativa della regione Lombardia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.