Test La mascherina non nuoce alla salute

Vista frontale di una mascherina chirurgica appoggiata su un piano azzurro

La trasmissione di medicina PULS si è rivolta a due medici e a un esperto del Laboratorio svizzero di studio dei materiali.

© Keystone / Christian Beutler

Non poche persone costrette a indossare a lungo le mascherine di protezione lamentano effetti collaterali come mal di testa, stanchezza, respirazione difficile o problemi alla pelle. Che cosa c'è di vero? Breve approfondimento della Radiotelevisione svizzera di lingua tedesca SRF.

Lo pneumologo dell'Ospedale cantonale di San Gallo Martin Butsche tranquillizza: "L'ossigeno entra senza problemi attraverso la mascherina e allo stesso modo il CO2 viene espulso senza problema. Quindi non vi è alcun rischio per la salute".

Donna, di schiena, con un pulsiossimetro al dito medio; di fronte, sfocata, dottoressa

Il pulsiossimetro conferma che la quantità di ossigeno nel sangue è buona.

© Keystone / Gaetan Bally

È quanto mostra anche un test effettuato dal Laboratorio federale di prova e di ricerca sui materiali EMPA: dopo un'ora di attività con una mascherina, la saturazione di ossigeno nel sangue non è mai scesa sotto i valori normali di 95-98.

Altra cosa è la fatica a respirare. La mascherina pone una resistenza, e persone meno in forma o impegnate in attività più intense potrebbero dover compiere uno sforzo fisico maggiore, riconoscono Simon Annaheim dell'EMPA e lo stesso Butsche.

E la pelle?

Ma la trasmissione di SRF 'Puls' ha interpellato anche un dermatologo, Piotr Michel. Perché se l'aria "stagnante" è una sensazione che non trova riscontro nei test, è invece un dato di fatto che sotto la mascherina si formi umidità. Ecco con quali conseguenze.
 

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 06.10.2020)

Parole chiave