Navigation

La polizia zurighese insegna a usare le e-bike

Comode e veloci, le biciclette elettriche hanno sempre più successo. Ma con il loro aumento sulle strade svizzere, sono considerevolmente aumentati anche gli incidenti che le vedono coinvolte. Per questo la polizia del canton Zurigo ha deciso di offrire dei corsi gratuiti per imparare a gestire al meglio questo mezzo di trasporto.
 

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2017 - 20:40
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 22.06.2017)
Contenuto esterno


Il trend crescente degli incidenti che coinvolgono le biciclette elettriche è confermato dai 210 feriti gravi del 2016: di questi, due terzi sono ultra 50enni, mentre circa un quarto dei morti e feriti gravi in sella a e-bike guidava un modello cosiddetto veloce, ossia con velocità massima di 45 km/h, si legge sul sito dell’Ufficio federale delle strade (USTRA). 

Contenuto esterno


La maggior parte di questi incidenti è dovuto alla perdita di controllo del veicolo. Per contrastare la tendenza all’aumento di infortuni, la polizia del canton Zurigo ha offerto la possibilità a chi vuole di “ritornare a scuola” e frequentare dei corsi gratuiti che permettano di imparare a sfruttare in sicurezza questo comodo mezzo di trasporto. 

Fra gli alunni, la maggior parte dei quali ha fatto la patente circa 40 anni fa, la Radiotelevisione Svizzera ha incontrato Silvana Müller. "Sono pensionata da poco e mi sono fatta un regalo con questa bici elettrica, ma già dopo i primi metri in sella sono caduta. Per questo ho deciso di fare un corso per imparare un po’ meglio la tecnica".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.