Scelta controversa C'è chi si fa sterilizzare "già a vent'anni"

Fa discutere, in Svizzera, che uomini e donne anche giovani scelgano la sterilizzazione per non avere figli. Un dibattito acceso, specie da quando il quotidiano Tribune de Genève ha pubblicato un approfondimento su questo metodo contraccettivo titolando "già a vent'anni". La televisione svizzera di lingua francese RTS ha raccolto alcune testimonianze.

Scansione di una prima pagina di giornale con titolo À 20 ans, elles optes déjà... e testata Tribune de Genève

La copertina che ha (ri)lanciato il dibattito.

RSI-SWI

Dai dati 2017Link esterno dell'Ufficio federale di statistica, si evince che a livello nazionale l'11,2% delle persone (11,3% tra le donne e 11,1% tra gli uomini) ha optato per la sterilizzazione, con una punta del 15% nella Svizzera centrale.

Dal 2002 al 2017, nella percentuale relativa alla sola fascia di età 15-34 si osserva un calo. Eppure, da quando la Tribune ha sollevato la questione, molti ginecologi riferiscono di osservare una tendenza a scegliere la sterilizzazione in età sempre più giovane.

Le statistiche dei prossimi anni diranno se hanno ragione.


Intanto ci si chiede: perché? C'è chi teme per il futuro, chi è sicuro di non voler figli, chi preferisce adottare. Le donne possono anche temere la gravidanza in sé. Di certo, faticano a trovare comprensione.

"Quando si parla di sterilizzazione le persone rimangono scioccate", riferisce Melissa, 28 anni, intervistata da 'Mise au point'.

"Si tende a pensare che la donna non sia razionale, e che quindi non può prendere delle decisioni sul proprio corpo. Le si dice 'cambierà idea quando troverà l'uomo che vuole dei bambini'; ho incontrato molti medici che hanno rifiutato".


Cercando un medico sul web, Melissa si è avvicinata al movimento 'Childfree' (termine che identifica chi non ha figli per scelta, contrapposto al 'childless' di chi non ne ha potuti avere). Per l'intervento, è dovuta andare in Belgio. 

Il commento in studio è affidato a Claudia Canonica, primaria di ginecologia e ostetricia dell'Ente ospedaliero cantonale a Bellinzona.

Parole chiave