La televisione svizzera per l’Italia

Voto sulla 13esima AVS: i “no” sono arrivati da chi guadagna più di 11’000 franchi al mese

anziani fotografati di schiena su passaggio pedonale
L'iniziativa è stata accolta a larga maggioranza. KEYSTONE/© KEYSTONE / CHRISTIAN BEUTLER

Lo scorso 3 marzo la popolazione elvetica ha detto "sì" alla tredicesima mensilità AVS. Un risultato netto (58,3%), sul quale si è chinata l'analisi Vox dell'istituto gfs di Berna.

Dall’analisi Vox dell’istituto gfs di Berna è emerso che il sostegno all’iniziativa sulla 13esima rendita AVS è arrivato in particolare dalla popolazione anziana  e dalle persone a basso reddito. Si è trattato di un trionfo dell’area rosso-verde, ma non solo: anche fra i sostenitori dell’Alleanza del centro il sostegno è stato grande, contrariamente alle indicazioni del partito. E lo stesso vale per quasi la metà dei votanti dell’Unione democratica di centro (UDC, destra conservatrice). È stato rilevato anche un importante numero di voti favorevoli anche fra chi non appartiene a un partito. 

Contenuto esterno

“Le persone senza affiliazione partitica, ma anche quelle che votano centro-destra, si sono mobilitate in modo chiaro, senza seguire slogan. Probabilmente hanno preso in considerazione anche la loro situazione personale e familiare e si sono detti che ora lo Stato deve fare qualcosa perché i costi aumentano, e così anche i premi di cassa malati”; ha dichiarato il politologo di gfs Berna Lukas Golder.

L’Alleanza del centro non intende ignorare questa analisi, secondo quanto dichiarato dalla vicepresidente Yvonne Bürgin: “Fino al 3 marzo siamo sempre stati convincenti quando dicevamo che la distribuzione di denaro secondo il principio dell’annaffiatoio non va bene. Ora però dobbiamo prestare più attenzione alla base. Molte persone non sono così benestanti. Dobbiamo cercare di nuovo un dialogo con loro”.

Per l’UDC il risultato del voto è un segnale di malcontento: “Molti membri dell’UDC sono arrabbiati per i miliardi che spendiamo per l’asilo o per la cooperazione allo sviluppo, perché sembra che abbiamo soldi per tutto tranne che per gli anziani svizzeri”, ha detto il capogruppo Thomas Aeschi.

I “no” sono arrivati solo dai redditi alti

L’analisi ha mostrato anche una forte correlazione tra reddito e voto: quasi tre quarti delle persone con i redditi più bassi hanno votato a favore dell’iniziativa, mentre un chiaro “no” è stato espresso solo da chi guadagna più di 11’000 franchi al mese. “Non so se la classe media si mobiliterà in modo così importante anche in futuro”, ha aggiunto Golder. “Certo, l’attuale costellazione è particolare, con l’aumento dei premi, l’inflazione, l’incertezza e l’aumento dei costi”. Insomma, è difficile prevedere se queste scene di giubilo rosso-verde saranno più frequenti.

Attualità

Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR