Navigation

Udc: esercito alle frontiere e nessun nuovo centro per profughi

I delegati democentristi riuniti a Kerns (OW)

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2015 - 16:06

Il partito nazionalista Udc (Unione democratica di centro) vuole l'esercito alle frontiere e intende mobilitarsi a livello locale per impedire l'apertura di nuovi centri per richiedenti asilo. È quanto ha emerso dall'intervento del presidente Tony Brunner all'assemblea dei delegati tenutasi a Kerns, nel Canton Obvaldo. Sulla sicurezza del popolo svizzero, ha osservato Tony Brunner, i democentristi non faranno compromessi e per questo motivo ha chiesto il sostegno degli elettori alle federali di ottobre per evitare che "il parlamento di centro-sinistra" continui a ostacolare l'Udc.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.