La televisione svizzera per l’Italia

UBS, per i tagli di posti di lavoro non c’è fretta

facciata di una banca ubs con una scala
Lavori in corso a UBS. KEYSTONE/© KEYSTONE / GEORGIOS KEFALAS

Presentando i risultati trimestrali dell'istituto, il Ceo Sergio Ermotti ha indicato che i circa 3'000 licenziamenti annunciati in Svizzera a seguito dell'acquisizione di Credit Suisse non sono imminenti.

Nei prossimi mesi e trimestri la banca avrà bisogno di molte – e in alcuni casi di maggiori – risorse rispetto al passato per gestire l’integrazione, ha spiegato martedì Ermotti in una conferenza telefonica a commento dei risultati trimestrali.

Altri sviluppi
Sergio Ermotti

Altri sviluppi

UBS torna alle cifre nere, conti superiori alle aspettative

Questo contenuto è stato pubblicato al Le cifre di bilancio rese noti oggi sono superiori alle attese degli esperti e hanno fatto impennare le azioni in Borsa (+9%). Sergio Ermotti: “Tutto procede secondo i piani, stiamo rispettando gli impegni presi al momento della fusione”.

Di più UBS torna alle cifre nere, conti superiori alle aspettative

Dopo l’acquisizione di Credit Suisse la banca ha annunciato un totale di 3’000 licenziamenti in Svizzera: 1’000 dovuti all’integrazione di CS Svizzera nel gruppo bancario, mentre altri 2’000 riguarderanno ulteriori aree di attività con sede nella Confederazione. Questi piani non sono cambiati, ha precisato Ermotti. La maggior parte delle rescissioni dei rapporti di lavoro avverrà però alla fine del 2024, nel 2025 e nel 2026.

UBS non vuole comunque ancora annunciare ufficialmente l’entità dei tagli occupazionali globali entro il 2026. Secondo recenti stime dei media, l’istituto prevede di avere un totale di 85’000 dipendenti alla fine dell’integrazione. A fine marzo 2024, l’organico era di 111’549 posizioni a tempo pieno, di cui circa il 30% in Svizzera. Prima dell’acquisizione, alla fine del 2022, gli impieghi erano circa 123’000, considerando insieme UBS e CS.

La ristrutturazione dovrebbe essere avviata solo dopo la fusione delle entità giuridiche UBS SA e Credit Suisse SA alla fine del corrente mese di maggio e la successiva integrazione delle due banche.

Attualità

due tossici condividono una dose di fentanyl

Altri sviluppi

Il Fentanyl si fa strada in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La città di Coira, capitale del canton Grigioni, è diventata uno dei maggiori centri di consumo di stupefacenti in Svizzera. Tra questi anche una "new entry": il Fentanyl.

Di più Il Fentanyl si fa strada in Svizzera
ape su un fiore

Altri sviluppi

In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato al A pochi giorni dalla Giornata internazionale delle api, che cade il 20 maggio, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha pubblicato venerdì la nuova Lista rossa delle api, che fa il punto sulle specie minacciate.

Di più In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato
edificio in vetro

Altri sviluppi

La FIFA può trasferire la sua sede da Zurigo

Questo contenuto è stato pubblicato al Riunito venerdì a Bangkok, il Congresso della Federazione internazionale di calcio (FIFA) ha approvato una modifica al suo statuto che crea le basi per consentire eventualmente all'associazione di trasferire la sua sede da Zurigo. La FIFA è nella città sulla Limmat dal 1932.

Di più La FIFA può trasferire la sua sede da Zurigo
due persone attraversano una strada con bandiere arcobaleno

Altri sviluppi

In forte crescita le manifestazioni d’odio nei confronti della comunità LGBTIQ+

Questo contenuto è stato pubblicato al L'anno scorso sono stati segnalati 305 casi di ingiurie o attacchi verso persone lesbiche, gay, bisessuali, trans, non binarie, intersessuali e queer. Le violenze verbali e fisiche sono più che raddoppiate nel giro di un solo anno.

Di più In forte crescita le manifestazioni d’odio nei confronti della comunità LGBTIQ+
zofingen

Altri sviluppi

L’aggressore di Zofingen è un 43enne con turbe mentali

Questo contenuto è stato pubblicato al Nessuna delle sei persone ferite ieri, di cui due in modo grave, è in pericolo di morte. La procura ha intanto aperto un'inchiesta per tentato omicidio multiplo.

Di più L’aggressore di Zofingen è un 43enne con turbe mentali

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR