La televisione svizzera per l’Italia

Svizzera-UE, via libera commissionale al mandato negoziale

Traliccio dell'alta tensione
I paletti commissionali sull’energia alle trattative con l’UE KEYSTONE/© KEYSTONE / JEAN-CHRISTOPHE BOTT

La Commissione economia e tributi vota la proposta del Governo ma restano alcune divergenze, in particolare sul mercato dell’elettricità.

L’organo competente della Camera bassa (Consiglio nazionale) ha approva il progetto di mandato negoziale con l’UE presentato dal Consiglio federale ma è contraria soprattutto a ulteriori liberalizzazioni nel settore energetico.

Emergono divergenze anche in merito alla ripresa dinamica del diritto europeo e alla risoluzione delle controversie.

In altre materie (libera circolazione delle persone, aiuti di Stato, trasporto ferroviario internazionale, agricoltura, sicurezza alimentare e contributo svizzero all’UE), la commissione si è pronunciata, sovente con maggioranze risicate, contro una precisazione o una limitazione del progetto di mandato.

Divergenze sull’energia

Per quanto attiene all’elettrica, sono state approvate a stretta maggioranza tutta una serie di raccomandazioni. I commissari ritengono che il mandato debba limitarsi all’integrazione della Svizzera nella rete elettrica europea, per garantire la stabilità della distribuzione (ed eventualmente per favorirne la commercializzazione). Ma viene espressa contrarietà ad intese che possano toccare le sovvenzioni pubbliche e la produzione nel ramo energetico.

A giudizio dei commissari, Berna deve opporsi fermamente, nel quadro delle future trattative, a nuove misure di liberalizzazione del mercato dell’elettricità.

Vincoli alla liberalizzazione del mercato elettrico

In questo senso il governo, in caso di possibilità di scelta per le famiglie e le piccole imprese, dovrà privilegiare il criterio dell’approvvigionamento di base: l’accesso al mercato liberalizzato per queste categorie dovrà quindi rimanere un’eccezione.

Nel pacchetto negoziato andranno anche definite in modo vincolante le eccezioni necessarie al diritto comunitario nel settore degli aiuti di Stato.

Altri sviluppi
Un po più vicine

Altri sviluppi

Negoziati Svizzera-UE, le premesse sono positive

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l’associazione Piattaforma Svizzera Europea (PSE) sono stati compiuti importanti progressi su questioni spinose.

Di più Negoziati Svizzera-UE, le premesse sono positive

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR