Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Svizzera, la Brexit è costata miliardi

L'intervento era stato immediato

L'intervento era stato immediato

(keystone)

Dalle statistiche della Banca nazionale si desumono grandi acquisti di valuta estera per frenare il rafforzamento del franco

La Banca nazionale svizzera, che si era attivata immediatamente (e con successo) dopo la pubblicazione dei risultati del voto in Gran Bretagna per frenare il repentino rafforzamento del franco, ha compiuto a tale scopo manovre miliardarie. Indicative sono le statistiche pubblicate oggi, lunedì, dall'istituto centrale: nell'ultima settimana, gli averi in conto giro delle banche sono aumentati di 6,8 miliardi di franchi a 430,3 miliardi, mentre il totale di quelli a vista è cresciuto di 6,3 miliardi a 507,5 miliardi.

Il dato è collegato all'acquisto di divise estere (euro in questo caso), perché quando compie l'operazione la BNS accredita alle banche il corrispondente importo in franchi.

pon/ATS

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

×