Navigation

Un centro galleggiante per le vaccinazioni

Il battello farà spola tra tre centri del canton Turgovia che danno direttamente sul lago di Costanza. Keystone / Gian Ehrenzeller

Un centro mobile per le vaccinazioni è stato installato sulla nave "MS Thurgau" e si potrà spostare sul Lago di Costanza. Attualmente attraccato al porto di Romanshorn, il nuovo centro è stato inaugurato dal "ministro" della sanità Alain Berset.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2021 - 16:09

Oltre che a Romanshorn, l'infrastruttura galleggiante attraccherà anche a Kreuzlingen e Arbon. Berset ha visitato la nave in compagnia del direttore del Dipartimento turgoviese della sanità Urs Martin e ne ha approfittato per ottenere informazioni sulla campagna di vaccinazioni.

Rispetto ad altri cantoni, l'inizio della campagna di vaccinazione in Turgovia è stato lento, tanto che il cantone è il fanalino di coda in una prima valutazione provvisoria stilata dall'Ufficio federale della sanità pubblica.

Il cantone della Svizzera orientale ha affidato la gestione dei suoi centri di vaccinazione al gruppo ospedaliero privato Hirslanden. Nelle scorse settimane ha sollevato un polverone la notizia che durante i test all'ospedale di Münsterlingen il vaccino è stato somministrato al miliardario sudafricano Johann Rupert, che ha partecipazioni nel gruppo Hirslanden, ma risiede nel canton Ginevra.

Contenuto esterno

Scambio di vaccini tra cantoni

Berna e Lucerna vanno in soccorso dei cantoni, fra i quali il Ticino, che hanno bisogno di dosi in più per poter somministrare la seconda a tutti coloro che hanno già ricevuto la prima. È quanto reso noto dalla Conferenza dei direttori cantonali della sanità. Finora, il 3,6% della popolazione svizzera è stato vaccinato, stando al dato aggiornato dall'UFSP in conferenza stampa (nel grafico i dati cantone per cantone).

Sul fronte dei dati, sono 41 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Ticino, con due decessi. In ospedale rimangono 153 pazienti, di cui 19 in terapia intensiva. I Grigioni registrano pure 41 contagi, ma i morti sono tre mentre resta invariata la situazione nei nosocomi: 30 ricoverati di cui 9 in cure intense.

A livello nazionale i nuovi contagi sono 1'633 e i morti 44. L'evoluzione è positiva, ma preoccupano ancora le nuove varianti e un tasso di riproduzione vicino a 1 a livello nazionale e superiore in alcuni cantoni.

L'inaugurazione nel video:

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/fra con RSI


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.