Navigation

Spreco alimentare, flagello della società moderna

Il cibo gettato nella spazzatura permetterebbe di nutrire la metà della popolazione svizzera. © Keystone / Gaetan Bally

Lo spreco alimentare è un flagello della nostra società che spesso viene posto nel dimenticatoio. Ma che ha un enorme impatto socioeconomico sul mondo intero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2021 - 10:53
Mario Carnevale, Tempi Moderni RSI

Sono miliardi di tonnellate i generi alimentari che annualmente vengono buttati via, con uno spreco sia dal punto di vista prettamente nutrizionale che da quello economico e ambientale. A livello mondiale lo spreco è drammatico: 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono infatti buttati via ogni anno, vale a dire un terzo della produzione globale.

In Europa lo spreco è di 179 kg pro capite. In Svizzera, secondo uno studio del Politecnico federale di Zurigo, si gettano da 2 a 3 milioni di tonnellate di cibo che permetterebbe di nutrire la metà della popolazione svizzera. Questo significa che per ogni singola persona, si gettano nella spazzatura più di 600 franchi all'anno.

Tempi Moderni, la trasmissione economica della RSI, esamina cosa si può fare contro questo malcostume. Due esempi di come invece si potrebbe sprecare meno sono presenti in Ticino, il Bistrot & Retail Cerere di Bellinzona e il negozio di quartiere PaneLento a Lugano.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.