Navigation

Solo 2 minuti #3, Stefano Franscini

E' stato chiamato padre della popolare educazione che ha difeso per tutti, poveri e ricchi, in tempi in cui studiare era un privilegio per pochi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2014 - 14:39

Nato nel 1796 a Bodio, in Valle Leventina.
A Milano ha studiato scienza della statistica e si è infiammato per la politica, tanto da essere definito un rivoluzionario pericoloso e terribilie.

Lo statista ticinese Stefano Franscini (1796 - 1857), attraverso Mohammed Soudani dà voce alla sua statua (busto) nella scalinata del Liceo Cantonale di Lugano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.