Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Sì al servizio pubblico, non per forza al profitto

Un'iniziativa popolare - si voterà il prossimo 5 giugno - chiede che le aziende controllate dalla Confederazione - Ferrovie, Posta e Swisscom - non debbano per forza fare dei profitti

L'iniziativa popolare "A favore del Servizio pubblico" non rispetta le promesse fatte, anzi il prossimo 5 giugno un "sì" di popolo e cantoni sarebbe addirittura controproducente. È l'opinione di Doris Leuthard, che per conto del governo federale ha lanciato la campagna contro il testo, che in sintesi chiede alle aziende controllate dalla Confederazione - Ferrovie, Posta e Swisscom - di non perseguire dei profitti e di non pagare salari eccessivi.

×