Quota di mercato: quasi 10% In Svizzera si compra sempre più 'bio'

Primo piano di cassette di plastica verdi contenenti peperoni, porri, sedano rapa, mele e patate

Quanto a spesa annuale pro capite per prodotti biologici, gli svizzeri sono primi al mondo [immagine d'archivio]

© Keystone / Peter Schneider

Le vendite di alimenti biologici hanno fatto registrare lo scorso anno in Svizzera un incremento del 13,3%. La quota di mercato del settore sfiora ormai il 10% e vale oltre 3 miliardi di franchi, ha indicato mercoledì la federazione Bio Suisse.

Se si considera la spesa annuale pro capite per prodotti biologici, gli svizzeri sono primi al mondo con 360 franchi (320 euro). Erano 320 nel 2017.

Oltre la metà dei consumatori (56%) mette nel carrello della spesa un alimento bio più volte alla settimana o tutti i giorni, hanno sottolineato i portavoce del marchioLink esterno.

La crescita del 2018Link esterno riguarda tutte le categorie di prodotti ed è stata più marcata nella Svizzera occidentale. 

Sono circa 7100 le aziende agricole (affiliate a 32 organizzazioni associate) che operano in base alle direttive di Bio Suisse. Si contano inoltre più di 1000 aziende di trasformazione e commerciali che hanno un contratto di licenza.

Il 15,4% della superficie agricola totale della Svizzera è coltivata in maniera biologica. Un decimo nel fondovalle, quasi un quarto nelle aree di montagna.

Fine della finestrella

Oltralpe po' più bio

Con una quota di mercato del 9,9%, in Svizzera francese il biologico è ormai ai livelli della Svizzera tedesca, dove ha raggiunto il 10%. Nella Svizzera italiana, la quota è attualmente dell'8,6%.

Parole chiave