La televisione svizzera per l’Italia

Progettare spazi pensando al rumore

Ripari fonici a Bissone.
Oltre ad aspetti visivi, occorre considerare anche aspetti acustici nella progettazione. KEYSTONE/© KEYSTONE / GAETAN BALLY

"Abbassare il fracasso! pianifica con le orecchie aperte". Con questo motto si celebrerà mercoledì l'edizione 2024 della "Giornata contro il rumore". L'attenzione si concentra sull'importanza della progettazione di spazi aperti acusticamente piacevoli.

Gli organizzatori ricordano che oltre ad aspetti visivi, occorre considerare anche aspetti acustici nella progettazione. “Il valore di aree di svago tranquille in prossimità delle zone urbane è indiscusso: per il nostro benessere, per la nostra salute e, non da ultimo, come fattore di attrazione per Città e Comuni”. Le autorità, i progettisti, i proprietari di edifici e altre parti interessate sono quindi invitate ad agire in questo senso.

Chi progetta spazi aperti può contribuire a migliorarne la qualità introducendo nuovi suoni, ad esempio il rumore dell’acqua, il fruscio delle foglie, il cinguettio degli uccelli, ma anche giocando con le caratteristiche acustiche di oggetti e materiali.

Contenuto esterno

La varietà del suolo – rilevano gli organizzatori – si riflette sull’ambiente sonoro. Gli spazi verdi e i materiali come sabbia e ghiaia sono porosi e assorbono i suoni, riflettendoli meno del cemento e dell’asfalto e risultando dunque più piacevoli all’orecchio.

La giornata d’azione è organizzata dalla Lega svizzera contro il rumore, dall’associazione di responsabili cantonali per la prevenzione del rumore Cercle Bruit, dalla Società svizzera di acustica e dai Medici per l’ambiente.

La giornata è patrocinata dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La giornata d’azione è stata lanciata nel 1996 dalla League for the Hard of Hearing di New York e la Svizzera ha partecipato attivamente per la prima volta nel 2005.

Attualità

binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo
uomo

Altri sviluppi

Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Il ministro dell'economia Guy Parmelin ha incontrato giovedì il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) Rafael Grossi. Al centro dei colloqui la situazione delle centrali nucleari nel mondo e in Europa in particolare.

Di più Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera
facciata di un edificio

Altri sviluppi

Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale penale federale (TPF) ha condannato giovedì due sorelle domiciliate nel Canton Vaud a pene detentive con la condizionale per essersi recate, con il figlio minorenne di una delle due, in Siria nel 2015 per unirsi all'organizzazione terroristica dello Stato islamico (Isis).

Di più Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR