Navigation

Frati cappuccini ticinesi sotto tutela lombarda

I frati cappuccini della Svizzera italiana sono passati giovedì ufficialmente sotto la tutela della Provincia di Lombardia, abbandonando quella svizzera. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2018 - 08:43
tvsvizzera.it/Zz con RSI (Quotidinano del 08.03.2018)
Contenuto esterno


Il cambiamento, previsto da qualche tempo, in un certo senso è anche un ritorno alle origini. I primi conventi creati nella Svizzera italiano dipendevano infatti da Milano. 

Una nuova realtà soprattutto giuridica che ha anche lo scopo di contrastare la crisi delle vocazioni. Oramai sono solo una ventina di frati cappuccini presenti sul territorio ticinese e, benché siano molto benvoluti dalla popolazione, trovare nuove leve resta un compito arduo. 

La comunità lombarda conta molti più frati di quella svizzera e l'annessione permetterà di garantire la sopravvivenza dei quattro conventi sul territorio ticinese .  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.