La televisione svizzera per l’Italia

Ludopatie e tabacco in aumento tra i giovani

Un utente di spalle gioca d'azzardo con il suo computer.
Dipendenze da nicotina e gioco d'azzardo in preoccupante crescita. KEYSTONE/© KEYSTONE / GAETAN BALLY

La dipendenza dal gioco d'azzardo e l'uso di prodotti a base di nicotina sono in crescita in Svizzera, dove vengono chieste misure preventive per tutelare soprattutto le giovani generazioni.

La percentuale di giocatori d’azzardo online con un comportamento problematico è raddoppiata nel giro di tre anni, segnala Dipendenze Svizzera nel suo rapporto annuale. Le e i giovani sono particolarmente colpiti dal fenomeno e l’indebitamento medio delle persone seguite attraverso una consulenza, indica lo studio, è di circa 88’000 franchi.

+ Vecchiaia, alcol e depressione: un cocktail tossico

Anche i videogiochi e le reti sociali comportano dei rischi: circa il 3% delle e dei quindicenni ha problemi con i videogame e il 7% con i social media e per questa ragione la Fondazione chiede una maggiore prevenzione e l’individuazione precoce dei comportamenti problematici.

Raddoppiati i fumatori in erba

Preoccupa anche per l’aumento del consumo di sigarette tra i tredicenni. Si ritiene infatti che il 6% di loro abbia fumato almeno una volta nel mese precedente l’ultima indagine nazionale sugli scolari nel 2022, una percentuale raddoppiata rispetto al 2018.

Inoltre circa un terzo delle e dei quindicenni ha utilizzato almeno un prodotto a base di nicotina nel mese precedente all’inchiesta, una tendenza probabilmente incoraggiata dalla diffusione di prodotti a base di tabacco da fiuto e di sigarette elettroniche monouso. Al contempo il consumo di sigarette tradizionali non è diminuito tra questa fascia di età.

+ Adolescenti e quel richiamo irresistibile delle sostanze psicoattive

Meno alcol rispetto a 30 anni fa

La percentuale di persone che bevono alcolici ogni giorno si è dimezzata dal 1992 – dal 20 al 10% – ma l’11% delle donne e il 21% degli uomini si ubriacano almeno una volta al mese, secondo l’ultima indagine sulla salute in Svizzera 2022. Circa un quarto dei quindicenni ha consumato cinque o più bevande alcoliche in un’unica occasione nei 30 giorni precedenti l’indagine. L’abuso di alcol non risparmia neanche i tredicenni, la cui percentuale in questa fascia d’età è del 17%.

Dipendenze Svizzera chiede pertanto che il divieto di vendita alla popolazione più giovane sia applicato in modo coerente, che vengano aumentati i prezzi e limitata la pubblicità di questi prodotti. Sebbene l’alcol, evidenzia Dipendenze Svizzera, sia la sostanza che causa i danni maggiori, insieme al tabacco, manca la volontà politica di agire e si osserva persino un preoccupante “vento di deregolamentazione” in alcuni cantoni.

Contenuto esterno

Cannabis stabile

In merito all’uso di medicinali in combinazione con altre sostanze e l’abuso di farmaci, pratiche assai pericolose e molto diffuse,  si osserva una quota del 12% di quindicenni che vanta esperienze di questo tipo.

+ “La disponibilità di cocaina è senza precedenti”

La vendita di sonniferi e tranquillanti, che possono creare dipendenza, rimane stabile a un livello elevato, sottolinea il rapporto, mentre l’uso di analgesici oppioidi ha iniziato a diminuire leggermente.

Il consumo di cannabis invece rimane nel complessivo abbastanza stabile e tra i quindicenni, continua a diminuire: il 12,1% dei ragazzi e l’8,4% delle ragazze ne hanno fatto uso nel mese precedente l’indagine.

Attualità

binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo
uomo

Altri sviluppi

Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Il ministro dell'economia Guy Parmelin ha incontrato giovedì il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) Rafael Grossi. Al centro dei colloqui la situazione delle centrali nucleari nel mondo e in Europa in particolare.

Di più Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera
facciata di un edificio

Altri sviluppi

Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale penale federale (TPF) ha condannato giovedì due sorelle domiciliate nel Canton Vaud a pene detentive con la condizionale per essersi recate, con il figlio minorenne di una delle due, in Siria nel 2015 per unirsi all'organizzazione terroristica dello Stato islamico (Isis).

Di più Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR