Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Lavoro, c'è ma se hai il profilo giusto

Il lavoro lo si trova sempre più in internet e presso le aziende attive nelle risorse umane

Il lavoro lo si trova sempre più in internet e presso le aziende attive nelle risorse umane

(tipress)

Si fa presto a dire “vado in Svizzera a lavorare”. Gli impieghi però ci sono anche se le aziende chiedono sempre di più profili specifici non sempre reperibili

Si fa presto a dire "vado in Svizzera a lavorare". La difficile situazione economico-finanziaria che attanaglia l'Europa colpisce naturalmente anche la Svizzera, soprattutto il Ticino.

Eppure le premesse sono favorevoli. In Ticino risiedono circa 350 mila persone (di cui quasi 100mila stranieri) e le persone attive sono 230mila (di cui 112mila stranieri). Attualmente il tasso di disoccupazione si aggira attorno al 3.4%. Un dato tutto sommato accettabile, solo leggermente superiore alla media nazionale.

A livello di retribuzione, il salario mediano lordo è di circa 5mila franchi (4620 euro): metà delle persone attive guadagna meno di questa cifra, l'altra metà di più.

Una situazione dunque che sembra essere favorevole. Ma non è proprio così. E noi abbiamo sentito Aldo Camuso, direttore regionale di Adecco, la multinazionale del lavoro fisso e interinale basata in Svizzera.

Eppure le persone attive in Ticino sono passate da 190mila nel 2002 a 230mila oggi. Un buon balzo per l'economia locale. Nello stesso lasso di tempo però, i frontalieri sono passati da 27mila a 65mila. Una presenza, quella dei lavoratori pendolari d'oltre confine, in continuo aumento. Basti pensare i 40mila posti di lavoro creati in questi 13 anni in Ticino, più dell'80% sono stati occupati da frontalieri.

La struttura del mercato del lavoro ticinese è profondamente mutata in questi anni. Il settore primario è praticamente scomparso, quello secondario mantiene le posizioni, mentre il terziario è in continua espansione. L'industria cerca nuovi profili professionali, sempre più specifici. Il terziario pure. Risultato: è sempre più difficile trovare in Ticino lavoratori con i profilo adattoLink esterno.

In un mercato del lavoro comunque dinamico, come quello ticinese, c'è poi tutto un universo fatto di lavoratori impiegati a tempo parziale, a giornate, a ore. È il cosiddetto lavoro interinale. Ed è soprattutto in quest'ambito che le aziende specializzate nelle risorse umane sono attive.

Nonostante la situazione tesa del mercato del lavoro, e nonostante il sentimento soggettivo sia tutt'altro che positivo, considerato il tasso di disoccupazione relativamente basso, in Ticino non mancano posti di lavoro vacanti. Anche di prestigio.

×