La televisione svizzera per l’Italia

La Svizzera si conferma il maggior gestore di fondi stranieri

Una cassetta di sicurezza aperta con molte banconote svizzere.
In Svizzera ci sono più di 580’000 persone con un patrimonio finanziario superiore a 1 milione di dollari. © Keystone / Ti-press / Gabriele Putzu

La crescita delle fortune dei ricchi e dei super-ricchi nel mondo è stata frenata lo scorso anno dal crollo dei mercati finanziari. Per la prima volta in un decennio, la ricchezza globale è diminuita. Non in Svizzera, però, dove è aumentata del 2,5%. La Confederazione resta il maggior gestore di fondi stranieri. 

Secondo l’ultimo Global Wealth Report pubblicato martedì dal Boston Consulting GroupCollegamento esterno (BCG), l’anno scorso le banche svizzere hanno gestito 2,4 bilioni di dollari (2,1 bilioni di franchi svizzeri, ovvero 2’100’000’000’000 franchi) di beni appartenenti a ricchi stranieri. 

Hong Kong rimane il rivale più vicino alla Svizzera per quanto riguarda i patrimoni esteri gestiti: un settore che vale 2’200 miliardi di dollari, mentre Singapore sta rapidamente colmando il divario con 1’500 miliardi di dollari di patrimoni transfrontalieri. 

Un anno fa la stessa BCG aveva previsto che Hong Kong avrebbe superato la Svizzera come principale centro patrimoniale offshore del mondo entro la fine del 2023. Questa previsione è stata ora rimandata al 2025. Con l’imposizione da parte della Cina di un rigido blocco a causa del Covid-19, anche per la maggior parte dello scorso anno i previsti afflussi di ricchezza dalla Cina continentale a Hong Kong non si sono concretizzati. 

“Uno dei motivi principali del ritardo è il rallentamento della crescita degli asset cinesi e i deflussi di asset verso Singapore, che si posiziona come ‘porto sicuro’ strettamente allineato all’Occidente”, ha dichiarato a SWI swissinfo.ch Michael Kahlich, partner della BCG di Zurigo e co-autore dello studio. 

Contenuto esterno

La ricchezza nella Confederazione 

La ricchezza netta della Svizzera è aumentata del 2,5%, raggiungendo i 5’400 miliardi di dollari, facendone  il 14° Paese più ricco al mondo se si misura il patrimonio netto (non pro-capite) dei suoi cittadini più abbienti. Gli Stati Uniti (con 144’000 miliardi di dollari), la Cina (76’000 miliardi di dollari) e il Giappone (24’000 miliardi di dollari) occupano i primi tre posti di questa speciale classifica. Seguono la Germania (19,2 bilioni di dollari), la Francia (16,3 bilioni) e il Regno Unito (16,2 bilioni di dollari). 

Sebbene in Svizzera la ricchezza netta sia leggermente aumentata, il numero dei super-ricchi è diminuito. Di questo ristretto gruppo fanno parte 740 persone che hanno un patrimonio di almeno 100 milioni di dollari (si tratta del 3% in meno rispetto all’anno precedente) e che possiedono un quinto della ricchezza finanziaria del Paese. Inoltre, in Svizzera ci sono più di 580’000 persone con un patrimonio finanziario (contanti, saldi di conto corrente, obbligazioni, azioni e fondi di investimento, nonché pensioni) superiore a 1 milione di dollari. Si tratta di un numero superiore a quello della grande vicina, la Germania (520’000). 

Crescita della piazza finanziaria svizzera 

Lo scorso anno la crescita degli asset della piazza finanziaria svizzera è rallentata dello 0,9% rispetto all’anno precedente (2021: 5,5%). Ciò è dovuto agli asset dei residenti nazionali, che si sono ridotti del 2,2% a causa del crollo del mercato azionario. Nel frattempo, gli asset delle attività transfrontaliere sono invece aumentati del 4,1%. 

Altri luoghi si stanno dimostrando una calamita più potente di Elvezia per i patrimoni offshore. Nei prossimi cinque anni, BCG prevede un aumento annuale del 9% dei patrimoni offshore prenotati a Singapore e del 7,6% a Hong Kong, rispetto al 3% della Svizzera. Ciò porterebbe i centri asiatici a sfidare il dominio svizzero. 

Il settore bancario nazionale, d’altronde, si sta attualmente adattando al crollo del Credit Suisse (CS) avvenuto a marzo. I clienti facoltosi di CS hanno ritirato 110 miliardi di franchi svizzeri negli ultimi tre mesi del 2022, e altri 60 miliardi nel primo trimestre del 2023. 

Un rapporto del gruppo di consulenza KPMG dell’inizio di questo mese ha mostrato che il flusso di denaro di nuovi clienti in 73 banche private svizzere (escluse UBS e Credit Suisse) è rallentato lo scorso anno, raggiungendo solo un terzo dei volumi registrati nel 2021. 

Ma Kahlich si rifiuta di sminuire la Svizzera, che a suo avviso manterrà la sua attrattiva per i patrimoni stranieri. “I gestori patrimoniali svizzeri continuano a fare scuola in termini di prodotti offerti, di competenza negli investimenti e di profondità e varietà dei servizi offerti”, ha dichiarato. 

Contenuto esterno

Finanza del mondo 

Secondo il rapporto BCG, lo scorso anno gli investimenti finanziari hanno subito un duro colpo a causa delle condizioni economiche avverse. Le attività finanziarie globali sono diminuite del 3,5%, raggiungendo i 255’000 miliardi di dollari. Gli investitori europei e nordamericani sono stati particolarmente colpiti. L’ultima volta che si è verificato un simile crollo è stato durante la crisi finanziaria globale del 2008. 

Nonostante il calo delle attività, il patrimonio netto totale è aumentato leggermente, dello 0,3%, raggiungendo i 459’000 miliardi di dollari USA. Ciò è dovuto all’aumento degli asset reali, come immobili, metalli preziosi o altri beni fisici, che lo scorso anno sono cresciuti di oltre il 5%, raggiungendo i 261’000 miliardi di dollari. 

Infine, BCG prevede che la ricchezza globale salirà a 600 bilioni di dollari entro il 2027, con la quota della Svizzera che dovrebbe salire a 6,1 bilioni di dollari (oggi 5,4 bilioni). 

In totale, nel mondo ci sono 62’000 super-ricchi. Sono 4’000 in meno rispetto a un anno fa. La maggior parte dei super-ricchi vive negli Stati Uniti (22’000), a seguire c’è la Cina (poco meno di 7’600). 



In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR