Navigation

Zurigo, una mappa per meglio contrastare la canicola

Una mappa per comprendere meglio le variazioni di temperatura nelle zone urbane e individuare le cosiddette “isole di calore” nel centro cittadino. L’hanno creata per Zurigo il politecnico federale della città (ETH) in collaborazione con l’Empa, il Laboratorio federale svizzero per la scienza dei materiali e la tecnologia. Un primo passo per combattere più efficacemente la canicola.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 luglio 2017 - 20:45
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 21.07.2017)
Contenuto esterno



Le ondate di caldo, come quella che ha investito la Svizzera lo scorso mese di giugno, sono percepite maggiormente nei centri cittadini, dove, per effetto delle cosiddette “isole di calore”, si registrano temperature maggiori rispetto alle zone rurali circostanti. 

Fra le varie cause delle isole di calore traviamo ad esempio i colori scuri dei tetti e del cemento che provocano un assorbimento maggiore di radiazioni solari, ma anche l’assenza di vegetazione, gli spazi ristretti e la poca ventilazione hanno un impatto determinante, si legge sul sitoLink esterno del  Laboratorio federale svizzero per la scienza dei materiali e la tecnologia (Empa).

Le isole di calore sono un fenomeno che interessa oltre 400 città nel mondo e hanno effetti nefasti sulla salute, addirittura fatali nei soggetti più sensibili, come gli anziani o chi soffre di problemi cardiovascolari. 
 
Gli scienziati del politecnico di Zurigo (ETH) e dell’Empa hanno creato una mappa dettagliata delle temperature della città sul fiume Limmat.  È un primo passo verso una comprensione più approfondita che permetterà l’adozione di misure e tecnologie più efficaci per rendere più sopportabile l’estate urbana.  

L'Empa, ad esempio, sta studiando un asfalto poroso che se viene bagnato assorbe l'acqua. L'energia del sole in questo modo è impiegata per far evaporare l'acqua e quindi l'asfalto si riscalda meno.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.