Navigation

Ginevra, primo giorno di "vignetta anti-smog"

A causa dell'inquinamento dell'aria oltre i valori limite sono state attivate a Ginevra giovedì, per la prima volta, le misure anti-smog recentemente entrate in vigore, tra cui il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2020 - 21:15
tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 23.01.2020)
Contenuto esterno


Per i veicoli contrassegnati con l'adesivo "Stick-Air" 0 (veicoli elettrici) 1, 2, 3 o 4 nessun problema. Chi invece è entrato giovedì nel centro di Ginevra tra le 6:00 e le 22:00 senza la "vignetta anti-smog", oppure con una di livello 5 per i veicoli più inquinanti, è stato fermato (o ha rischiato di esserlo) dalle forze dell'ordine. 

Nessuna multa per ora, solo un avvertimento. Le sanzioni saranno inflitte a partire dal prossimo marzo.

Sistema transfrontaliero

Questo sistema di circolazione differenziata è già in vigore nella vicina Francia e a Ginevra sono considerati validi gli adesivi proveniente da oltre confine. 

Il primo livello di attivazione concerne poche persone ma secondo il Dipartimento del Territorio ginevrino è efficace. Con l'11% di veicoli in meno, l'inquinamento provocato dal traffico si abbassa del 37%, indicano le autorità. 

Contro l'introduzione del divieto la sezione ginevrina del Touring Club Svizzero (Tcs) ha inoltrato ricorso. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.