La televisione svizzera per l’Italia

“I contadini non ricevono il giusto compenso”

Una bancherella di frutta al mecato in Piazza federale a Berma.
Il gudagno del contadino è una minima parte di quello che paga il consumatore. © Keystone / Marcel Bieri

Per i loro prodotti agricoli i contadini svizzeri non ricevano il giusto compenso. Lo denuncia una neo associazione che sostiene i contadini nella loro lotta per ottenere una giusta remunerazione.

I contadini non ricevono il giusto per i loro prodotti, a loro va una quota troppo ridotta di quello che paga il consumatore: è il grido d’allarme lanciato da una nuova associazione agricola, che denuncia condizioni a suo avviso insostenibili.

Faire Märkte SchweizCollegamento esterno (mercati equi Svizzera, FMS) – questo il nome dell’organizzazione – si propone di cambiare la situazione: oltre a promuovere la ricerca, la sensibilizzazione, il dialogo e la formazione lancia il primo centro di consulenza e segnalazione per i contadini in Svizzera, si legge in un comunicato odierno.

“Da oggi per la prima volta gli agricoltori elvetici hanno accesso a un centro di crisi che può aiutarli in caso di iniquità sui prezzi”, si legge nella nota. È raggiungibile da tutto il paese via internet o telefono e sostiene i contadini nella loro lotta per ottenere un giusto compenso per i loro prodotti.

FMS è stata fondata in maggio da esperti di mercato e della concorrenza. Si dedica alla lotta contro gli abusi di potere e alla promozione di mercati equi. Tra i membri fondatori figurano l’economista agrario Stefan Flückiger, con molti anni di esperienza manageriale nel commercio al dettaglio e nell’agricoltura, nonché l’economista e professore Mathias Binswanger.

+ Le contadine e il divorzio insostenibile

La nuova entità punta a un sistema di remunerazione dei prodotti agricoli che, insieme ai sussidi statali, permettano un’economia sostenibile e sicura che generi un reddito adeguato, senza però vedere aumentare i costi degli articoli per i consumatori.

“La questione del potere di mercato diventa sempre più pressante”, afferma il presidente di FMS Stefan Flückiger, citato nel comunicato. A suo avviso i piccoli e medi fornitori di aziende potenti sono sempre più sotto pressione. “Dobbiamo agire subito”, insiste il contadino con dottorato in agraria al Politecnico federale di Zurigo. “I produttori devono essere compensati in modo equo per il valore aggiunto da loro generato”.

Attualità

confezioni wegovy ozempic e mounjaro

Altri sviluppi

Iniezioni dimagranti, attesi costi per centinaia di milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il clamore e la curiosità attorno alle iniezioni per la perdita di peso, destinate in primis ai diabetici, stanno facendo lievitare enormemente i costi sanitari.

Di più Iniezioni dimagranti, attesi costi per centinaia di milioni
veicoli posteggiati

Altri sviluppi

Calano in Svizzera le immatricolazioni di veicoli stradali

Questo contenuto è stato pubblicato al Le vendite di veicoli a motore sono scese in giugno: sono stati immatricolati 33'100 auto, camion, bus e moto, con una flessione del 9% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Di più Calano in Svizzera le immatricolazioni di veicoli stradali
zelensky

Altri sviluppi

Kiev apre a un dialogo con Mosca

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha aperto la porta a una partecipazione della Russia a un prossimo vertice di pace tra i due Paesi.

Di più Kiev apre a un dialogo con Mosca
hollandiahutte

Altri sviluppi

Vallese, due alpinisti morti nella Fischertal

Questo contenuto è stato pubblicato al Ennesima tragedia della montagna: i cadaveri di due alpinisti svizzeri di 35 e 44 anni sono stati rivenuti lunedì tra l’Aletschhorn (4193 metri) e il Dreieckhorn (3811 metri).

Di più Vallese, due alpinisti morti nella Fischertal
presa elettrica

Altri sviluppi

Quasi un quarto dei prodotti elettrici in Svizzera è difettoso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il 23% degli articoli elettrici controllati nel 2023 dall'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI presentava difetti di maggiore o minore entità.

Di più Quasi un quarto dei prodotti elettrici in Svizzera è difettoso

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR