Giustizia Tentato furto a Chiasso, tutti condannati

I cinque cittadini italiani a processo a Lugano per un tentato colpo alla Loomis di Chiasso sono stati condannati martedì a pene comprese fra i due anni e mezzo e i tre anni e otto mesi di carcere.


La corte delle Assise criminali di Lugano ha dato seguito alle tesi dell'accusa, confermando le pene richieste dalla procuratrice pubblica. I cinque imputati – tutti originari della Puglia – dovranno così scontare da due anni e mezzo a tre anni e otto mesi di prigione. Tutti sono inoltre stati espulsi per dieci anni dalla Svizzera.

In mattinata sono intervenuti gli avvocati degli imputati, che hanno chiesto massicce riduzioni delle pene proposte dalla procuratrice pubblica. In particolare, hanno contestato l'aggravante del furto per mestiere.

Per saperne di più sul tentato colpo all'azienda di Chiasso, attiva nel settore del trasporto valori:


Parole chiave