Navigation

General Electric sopprime 1300 impieghi

La ristrutturazione della multinazionale statunitense porterà all'eliminazione complessiva di 6'500 posti di lavoro in Europa. La Svizzera è il paese più colpito

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2016 - 20:13

È davvero un brutto colpo per l'industria svizzera la notizia che la multinazionale statunitense General Electric intende licenziare 1'300 impiegati degli stabilimenti svizzeri rilevati solo l'anno scorso dal gruppo francese Alstom. Saranno colpiti in prima linea i cinque centri di produzione nel canton Argovia, dove lavorano attualmente 5'500 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.