La televisione svizzera per l’Italia

Errori di calcolo alle federali, non c’è stata violazione dell’obbligo di diligenza

numerose mani maneggiano schede elettorali su un lungo tavolo
L'errore c'è stato, ma è stato un errore tecnico nei sistemi di programmazione. © Keystone / Alessandro Della Valle

L'Ufficio federale di statistica non ha violato l'obbligo di diligenza pubblicando risultati non corretti sui rapporti di forza tra i partiti nazionali alle recenti elezioni federali.

Si è conclusa l’inchiesta amministrativa commissionata dal capo del Dipartimento dell’interno (DFI) Alain Berset, riguardante la pubblicazione da parte dell’Ufficio federale di statistica (UST) di dati sbagliati in seguito alla chiusura delle urne in occasione delle elezioni federali tenutesi lo scorso 22 ottobre. Questa ha stabilito che non c’è stata nessuna violazione dell’obbligo di diligenza da parte dell’UST e che l’errore è stato causato da una falla dei sistemi di programmazione.

Il giorno dell’appuntamento elettorale, dopo che tutti i Cantoni erano stati scrutinati, l’UST aveva pubblicato i risultati cantonali aggregati e i dati sulle forze partitiche nazionali sotto forma di statistiche. Dati poi risultati essere errati. I risultati erano stati corretti tre giorni dopo, il 25 ottobre 2023. Con i valori rettificati, il partito liberale-radicale (PLR, destra) è risultato essere al terzo posto (14,3% dei suffragi), prima dell’Alleanza del Centro (14,1%), contrariamente a quanto era stato reso noto la domenica delle elezioni; ossia Centro al 14,6% e PLR al 14,4%. Il primo posto è rimasto saldamente in mano all’Unione democratica di centro (UDC, destra conservatrice), che si è aggiudicato il 27,9% dei voti (dato del 22 ottobre: 28,6%) e il secondo al Partito socialista (PS, sinistra) con il 18,3% delle preferenze (dato del 22 ottobre: 18,0%).

Inesattezze erano state riscontrate anche nella forza attribuita agli altri partiti. Con i dati corretti i Verdi hanno ottenuto il 9,8% dei voti (9,4% il 22 ottobre) e i Verdi liberali (PVL) il 7,6% (7,2% il 22 ottobre).

+ Conteggio sbagliato, i liberali radicali restano percentualmente la terza forza in Svizzera

Errore di programmazione

Il rapporto conferma che l’errore di calcolo è dovuto a un errore di programmazione in uno script d’importazione, a seguito del quale in tre Cantoni (Appenzello Interno, Appenzello Esterno e Glarona) i voti sono stati conteggiati più di una volta, precisa una nota governativa diffusa venerdì. Alle recenti elezioni federali, i Cantoni hanno applicato 13 diversi standard di dati. Per ciascuno di essi, l’UST ha dovuto sviluppare un apposito script d’importazione. Il rapporto stabilisce inoltre che l’errore di calcolo non ha invalidato né i risultati cantonali e comunali delle elezioni, né la ripartizione dei seggi e dei candidati eletti.

L’inchiesta amministrativa giunge peraltro alla conclusione che l’assicurazione e il controllo della qualità sono sostanzialmente stati garantiti, ma in alcuni casi non sono stati efficaci. Il rapporto evidenzia anche che le risorse umane nella sezione interessata non erano sufficienti e che sarebbe stato necessario più personale di controllo. Maggiori risorse avrebbero consentito di effettuare test più approfonditi prima della domenica elettorale e controlli più rapidi in seguito. Il rapporto non ravvisa alcuna manifesta violazione dell’obbligo di diligenza e nemmeno violazioni dei doveri di servizio o di obblighi contrattuali.

Diverse misure raccomandate

L’inchiesta amministrativa si conclude con una serie di raccomandazioni per ottimizzare i processi e le procedure al fine di prevenire errori in futuro. Una delle misure riguarda la fornitura dei dati cantonali, che dovrà essere standardizzata. L’UST dovrà inoltre rivedere e adeguare di conseguenza l’organizzazione del personale nella sezione interessata e rivalutare le soluzioni tecniche utilizzate. Il DFI ha incaricato l’UST di esaminare in che modo attuare queste raccomandazioni. L’obiettivo è evitare di ripetere quello che è stato il più grosso errore dagli anni Novanta, come ha riconosciuto il direttore dell’UST Georges-Simon Ulrich davanti ai media a Berna.

Attualità

tariq ramadan di profilo

Altri sviluppi

Al via il processo d’appello contro Tariq Ramadan

Questo contenuto è stato pubblicato al Assolto in primo grado dall'accusa di violenza carnale e coazione sessuale, l'islamologo svizzero Tariq Ramadan torna lunedì davanti ai giudici a Ginevra per il processo d'appello.

Di più Al via il processo d’appello contro Tariq Ramadan
nastro della polizia impedisce accesso a un edificio dell'università di basilea

Altri sviluppi

Occupazione filo-palestinese, sgomberata l’Università di Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al La polizia di Basilea Città ha sgomberato nella mattinata di lunedì un edificio dell'Università di Basilea occupato da attivisti e attiviste filo-palestinesi. Lo ha annunciato la stessa polizia cantonale tramite un post su X (ex Twitter).

Di più Occupazione filo-palestinese, sgomberata l’Università di Basilea
zelensky

Altri sviluppi

Zelensky invita Joe Biden e Xi Jinping in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Domenica il presidente ucraino ha invitato il suo omologo statunitense e quello cinese a partecipare al summit sulla pace in Svizzera.

Di più Zelensky invita Joe Biden e Xi Jinping in Svizzera
Attentato in Piazza delle Loggia a Brescia.

Altri sviluppi

Strage di Piazza della Loggia, spunta una traccia ticinese

Questo contenuto è stato pubblicato al L’attentato di matrice neofascista in Piazza della Loggia a Brescia nel 1974 provoca 8 morti e 102 feriti. Da documenti desecretati, oggi emergono legami con la Svizzera italiana.

Di più Strage di Piazza della Loggia, spunta una traccia ticinese
L'attrice Mikey Madison in una scena del film "Anora"

Altri sviluppi

A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

Questo contenuto è stato pubblicato al Al 77esimo Festival del film, il premio della giuria è andato a "Emilia Perez" di Jacques Audiard, mentre il premio speciale se lo è aggiudicato "Il seme del fico sacro", del regista dissidente Mohammad Rasoulof.

Di più A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro
Kharkiv

Altri sviluppi

Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv

Questo contenuto è stato pubblicato al L’esercito di Mosca colpisce, con due bombe plananti, un centro commerciale della seconda città ucraina. I morti potrebbero essere decine.

Di più Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv
Sono circa 500 le persone che hanno partecipato in maniera pacifica.

Altri sviluppi

Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa

Questo contenuto è stato pubblicato al La manifestazione si è svolta in risposta ad un servizio tv sulla vicenda di una donna violentata e picchiata nell'appartamento di un avvocato. Un caso per il quale le autorità non avrebbero agito come avrebbero dovuto.

Di più Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR